“Sono sottosopra oppure è il mondo ad essere al contrario? “ Se lo chiede Flavia Celano e se lo chiedono tantissimi giovani come lei, quelli che non seguono le mode e rifiutano ogni forma di omologazione.

Il nuovo singolo di una ragazza rara

Uscito il 15 aprile, in tutti i digital store, “Sottosopra” è il nuovo singolo della cantautrice lucana Flavia Celano. Il brano descrive i conflitti interiori tipici della giovane età, analizzati però con la profondità di una ragazza nata diversa e per questo sempre in lotta con se stessa e con una società che discrimina chi è fuori dal comune. “Chi non si adegua, viene irrimediabilmente spinto ai margini della società – spiega la cantautrice lucana – Il nuovo singolo ‘Sottosopra’ analizza la società contemporanea, estremamente competitiva e accanita nel cercare di plasmare anche gli aspetti più personali dell’individuo, come la carriera da scegliere e la scelta di formare una famiglia.”

 

Viva, creativa, felice

C’è una grinta incredibile nel nuovo disco di Flavia Celano che canta: “Viva, sono creativa, preferisco essere felice che approvata dalla società.” In questo brano la sua voce inconfondibile ha acquisito tecnica e personalità e le sonorità si discostano da quelle più pacate, solitamente utilizzate, rendendo evidente il messaggio di protesta nella musica come nel testo. Le sonorità sono vivaci e si avvicinano all’indie piuttosto che al pop, con chitarre elettriche e batteria molto ritmata. Immancabile l’ukulele, strumento ritmico per eccellenza, divenuto il marchio di fabbrica della Celano.  Questo strumento ha avuto negli ultimi anni un ritorno di fiamma a livello mondiale, diffusissimi i brevi video con assoli di appassionati e le applicazioni per imparare a suonarlo. L’ukulele era molto diffuso alla fine dell’ottocento alle Hawaii e in Polinesia, ed è stato utilizzato con successo da moltissimi artisti fra cui Brian Mey, i Beach Boys e Rino Gaetano.

Rivedere le priorità e allargare il punto di vista

“Il nuovo singolo arriva a seguito di un percorso di crescita personale e professionale.  – spiega Flavia- Un percorso che mi ha regalato una maggiore consapevolezza di cosa mi sta bene e cosa no, sia a livello personale che artistico.” Questa canzone promuove la libertà di essere sé stessi, evitando “la competizione, il concorsone, le battaglie e le medaglie”. Il brano è un invito a rivedere le priorità e allargare il punto di vista alla varietà delle differenze tra esseri umani. Con questi requisiti, “Sottosopra” ha tutto il potenziale per diventare una hit dell’estate, da ballare sulla spiaggia con il sentimento di liberazione che emana.

Ascolta Sottosopra su You Tube

Ascoltalo Sottosopra su Spotify

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento